Vengono previsti agevolazioni per le società di capitali i cui ricavi del 2019 sono compresi tra 5 e 50 milioni di euro, le quali abbiano subito una riduzione dei ricavi di oltre il 33% nel periodo tra l’ 1/3/2020 e il 30/4/2020 rispetto agli stessi due mesi del 2019 a causa dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

Se entro il 31.12.2020 viene effettuato un aumento di capitale a favore di tali società:
  • ai soci che effettuano il versamento compete un credito di imposta del 20% utilizzabile in compensazione dal 2021;
 
  • alla società compete un credito di imposta, anch’esso utilizzabile dal 2021, parametrato alle perdite che la società realizza nel 2020 e all’ammontare dell’aumento del capitale effettuato.

L’ammontare massimo dell’aumento di capitale agevolabile è pari a 2 milioni di euro (a cui corrisponde, in capo al socio, un credito di imposta massimo di 400.000, 00 euro).
 
L’agevolazione è subordinata all’autorizzazione della Commissione europea.